INFORMAZIONI

NEWS > Gf del Capitano: rinnovati i percorsi

Gf del Capitano: rinnovati i percorsi
L’Asd Le Strade del Benessere è stata costretta, per cause indipendenti dalla propria volontà, ad apportare delle lievi modifiche sul lungo di 133 chilometri e a cambiare completamente il percorso corto di88 chilometri della Granfondo del Capitano, la cui quarta edizione si terrà domenica 9 giugno a Bagno di Romagna (Fc), comunità immersa nel verde, che si fregia della Bandiera Arancione del Touring Club Italiano.Se da un lato cambiare percorsi richiede un grande sforzo organizzativo e gestionale, dall'altro offre la possibilità a coloro che hanno già partecipato alle passate edizioni di ammirare nuovi scorci del bellissimo paesaggio dell'Appennino tosco-romagnolo.

La partenza della manifestazione, valida come prova del Campionato nazionale Fondo e Granfondo Acsi e del circuito Romagna Challenge, avverrà alle ore 8,00 da via Lungo Savio. Come prima salita si affronterà quella che attraversando la località di Selvapiana porterà ad Acquapartita. Lo scorso anno quest’ascesa veniva affrontata per ultima dal lungo, mentre nel corto era completamente assente. Pur essendo la più breve, è senza dubbio anche quella più impegnativa per le pendenze, che in alcuni tratti superano il 10%. Ci si dirigerà quindi per 8 chilometri verso San Piero in Bagno lungo una discesa veloce ma non molto tecnica e poi si proseguirà fino a Bagno di Romagna, dove avverrà la divisone tra i due percorsi.

A parte il cambiamento sopraindicato, per il resto il lungo rimane invariato rispetto al 2012. Alla divisione, chi opterà per questo tracciato girerà a sinistra per affrontare i Mandrioli, ascesa di 11 chilometri che sale regolare e non presenta pendenze impegnative. Dopo aver attraversato Badia Prataglia, piccolo centro incastonato nel verde del parco delle Foreste Casentinesi, dove sarà collocato il primo ristoro completo, ci si dirigerà a Pian del Ponte lungo circa 9 chilometri di discesa tecnica e poi si risalirà verso l'Eremo di Camaldoli attraversando gli splendidi borghi di Serravalle, dove sarà presente un ristoro idrico, e Camaldoli. Arrivati in prossimità dell'eremo si scenderà in direzione Stia percorrendo la discesa di Lonnano, molto tecnica e con tornanti stretti. Percorsi pochi chilometri pianeggianti, gli unici di tutto il tracciato, si affronterà l’ascesa della Calla, al cui inizio, subito dopo aver attraversato l'abitato di Stia, ci sarà il secondo ristoro completo del percorso. I 15 chilometri della salita si sviluppano all'interno di una foresta di piante ad alto fusto che permetteranno agli atleti di affrontare i numerosi tornanti sempre all'ombra. Superato il Passo della Calla (1400 metri), inizierà una lunga discesa, molto veloce e abbastanza tecnica, che porterà a valle fino a raggiungere Corniolo, dove ci sarà un ulteriore ristoro idrico, e Santa Sofia, dove a inizio salita sarà collocato l'ultimo ristoro completo presente sul percorso. Da qui partirà l'ascesa che porterà fino al passo Carnaio (800 metri). Una salita di circa 10 chilometri che presenta pendenze impegnative soprattutto nel primo tratto, ma che ha nell'esposizione al sole, se presente, una delle insidie maggiori. Raggiunto il valico del Carnaio si pedalerà per circa 5 chilometri verso l'abitato di San Piero in Bagno lungo una discesa veloce e tecnica per poi proseguire per 3 chilometri fino a Bagno di Romagna.

Venendo al percorso corto (quasi 2000mt di dislivello), rispetto alle passate edizioni questo è stato completamente modificato. Per la prima volta si rimarrà completamente in territorio romagnolo. Il tracciato si svilupperà in gran parte attorno al Monte Fumaiolo, da cui prende origine il fiume Tevere. Alla divisone dei percorsi, chi opterà per questo tracciato percorrerà una salita regolare di circa 6 chilometri fino a giungere a Verghereto, paese nel quale è collocato il primo ristoro completo. Si procederà poi, sempre in salita, verso le Ville e dopo un breve tratto in discesa di circa 1 chilometro si girerà a sinistra e si salirà per altri 6 chilometri fino a raggiungere i 1100 metri delle Balze di Verghereto, dove i ciclisti troveranno un ristoro idrico. Si pedalerà quindi in direzione Capanne-Riofreddo lungo un tratto vallonato di crinale con panorama molto suggestivo, che porterà i ciclisti a scendere fino a 850 metri in località Riofreddo, dove sarà presente il secondo ristoro completo. Si salirà ancora per 3 chilometri in direzione Monte Fumaiolo fino al bivio della “Straniera”, dove si girerà a destra e si salirà ancora per altri 2 chilometri verso il passo Biancarda, situato a 1100 metri. Si percorrerà quindi una discesa veloce e relativamente tecnica che attraverserà Verghereto e arriverà a Bagno di Romagna.

All'arrivo ad attendere gli atleti ci sarà prima un ristoro per reintegrare subito i liquidi e gli zuccheri persi e successivamente il pasta party gestito dal famoso chef Paolo Teverini.

La caratteristiche tecniche del percorso e la bellezza del territorio attraversato rendono questa manifestazione unica nel panorama delle competizioni ciclistiche di tutto il Centro Italia. Per offrire ai partecipanti un’opportunità in più di scoprire questo stupendo territorio gli organizzatori, in collaborazione con albergatori e ristoratori, hanno deciso che a tutti gli iscritti andrà in omaggio un soggiorno di una notte con prima colazione, che potrà essere sfruttato dal 10 giugno al 30 dicembre. Per usufruire di questa promozione sarà necessario che il ciclista sia accompagnato nel soggiorno almeno da una persona pagante. Chi deciderà di sfruttare questo soggiorno riceverà anche dei buoni sconto del 20% per sé e per chi lo accompagna da sfruttare in ristorante tipici della zona. Per ulteriori informazioni sulle strutture alberghiere che aderiscono alla promozione e per le modalità di utilizzo del soggiorno visitare il sito della manifestazione.

LINK

Romagna Challenge
Web Design Elevel